TRAVOLGIAMO LE LORO FALSE COSCIENZE CON LIBRI VERI

May 21, 2018

 

Si sono ricordati di questo detto.. gutta cavat lapidem, ma hanno usato fiumi interi per scardinare il welfare, per essere più veloci e incisivi, per disarmare il popolo e renderlo prono e succube, togliendogli valore. In tutti i sensi. Fiumi di parole (!!) per dirci che le pensioni sono il male assoluto, ad esempio. Allora noi continuiamo con Girodano Bruno con .. " La goccia scava la pietra cadendo non due volte, ma continuamente; così l'uomo diventa saggio, leggendo non due volte ma spesso " (il Candelaio) per non fotocopiare il meraviglioso romanticismo di John Keats…. "Qui giace un uomo il cui nome fu scritto nell’acqua” e ridurci e molecole trascinate dalla corrente ideologica. Già avevo additato l’ottimo libro di Giovanni Mazzetti “Dare di più ai padri per fare avere di più ai figli” (ediz. Asterios, Trieste). Ed oggi segnalo < CONTRO LA BARBARIE SULLA PREVIDENZA>, edizione Asterios.

Quando l'attuale situazione di crisi sarà superata, la maggior parte degli europei si chiederà stupito come e perché il disastro che ci sta travolgendo sia potuto accadere. Il disorientamento sociale, invece di sollecitare un approccio esplorativo, ha infatti sprofondato la società in una sorta di stato ipnotico, nel quale qualsiasi alternativa alla tendenza regressiva sembra, da decenni, inconcepibile. Occorre procedere in tutti i campi a dimostrare che la strada imboccata a suo tempo col Welfare keynesiano era quella giusta, anche se ora si deve imparare a comprendere e a risolvere i problemi prodotti, già da fine anni settanta, proprio dalle conquiste positive di quella formazione sociale. In altri termini, si tratta di imparare a spingersi oltre rispetto al punto che avevamo raggiunto. La maggior parte delle persone è confusa da questa situazione. Non sa che normalmente lo sviluppo, una volta intervenuto, sfocia in una situazione contraddittoria, con la quale bisogna imparare a fare i conti. Considerando le contraddizioni come eventi arbitrari, si finisce in bocca ai mistificatori, che negano la necessità di assumere su di sé i problemi emersi, perché questi puramente e semplicemente non dovrebbero esserci. Nel testo l'autore analizza come le classi dominanti conservatrici hanno devastato, con argomentazioni che solo l'ignoranza collettiva ha permesso di far circolare nella società, un istituto essenziale dello sviluppo come il sistema previdenziale del Welfare. E conclude non solo con l'indicazione di come sbarazzarsi degli "anatemi" che sono circolati negli ultimi decenni, ma anche di come cominciare ad orientare il sapere su un'asse alternativo, che impari a fare i conti col problema fondamentale della nostra epoca: la difficoltà di riprodurre il lavoro.

Le elezioni sono passate da non molto e qualche spunto per riflettere con alcuni passi tratti dal libro del prof.Mazzetti.

Partiamo dal concetto di barbaro: βάρβαρος, bárbaros, passato in latino come barbarus. Di per sé, letteralmente vuol dire balbettante. Ma sappiamo tutti il senso dispregiativo che la parola comporta. Ora abbiamo barbari autoctoni, quelli che  “all’emergere dei problemi vedono solo il lato limitante delle istituzioni credendo così di sbarazzarsi di quegli istituti che la loro ignoranza fa percepire come estranei al loro essere…” Il loro essere è la nuova casta della società dello spettacolo dove la falsità diventa verità.  Tutto ciò rende “incapaci a sperimentare le ricchezze del mondo, delegando tutte le possibilità al potere del denaro”: feticismo barbarico, appunto.

 

 

Please reload

Featured Posts

CULTURA DI COMUNITA'

August 15, 2014

1/3
Please reload

Recent Posts

September 2, 2018

June 14, 2018

May 30, 2018

Please reload

Search By Tags
Please reload

Follow Us
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic

© 2014 by Iziativa Europea - Associazione Non Profit - sede: Via Commerciale, 26 -34134 Trieste C.F. 9101860312

  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic
  • RSS Classic